News e Recensioni sulla Tecnologia

Stato Whatsapp funzione dopo diversi mesi ancora attiva

...introdotti circa 4 mesi fa non è stato più disattivato

Lo “stato Whatsapp” attivo ed usato da tutti

Sono passati diversi mesi da quando Instagram ha introdotto le proprie storie sulla propria piattaforma con un successo ottenuto sin da subito; funzione che al giorno d’oggi viene utilizzata da molti utenti frequentemente, come uno status simbol. A seguito di questa introduzione, subito dopo, abbiamo visto adeguarsi anche un altro colosso dei social network Facebook; in questo caso però le storie di Facebook non sono state molto apprezzate e non a caso oggi tale funzione non è da molti utilizzati perché considerata inutile nel contesto in quanto già presente la funzione che consente di aggiornare il proprio stato. Mark Zuckerberg non contento di ciò ha provato ad introdurre la stessa funzione in Whatsapp ma cambiando nome con stato.

Come tutti ben sappiamo però Whatsapp è una piattaforma di messaggistica istantanea, la più usata al mondo, con circa più di un miliardo di utenti al mese, e questa funzione non è stata  vista sin da subito con buon occhio, tant’è che si era ipotizzato un successivo aggiornamento della stessa applicazione sulle diverse piattaforme, mirata ad eliminarla. Bene sono passati più di quattro mesi e lo stato Whatsapp è ancora attivo ed usato da molti utenti.

Forse era difficile impostare uno stato?

Non era e non è poi cosi difficile impostare uno stato. Attualmente l’interfaccia di Whatsapp è basata essenzialmente su 3 sezioni distinte: Chat, Stato e Chiamate. Prima del tag Chat è presente un pulsante fotocamera che ci consente di scattare velocemente una foto e deciderne il successivo utilizzo.

Non è poi cosi difficile impostare uno stato: basta cliccarci sopra scegliere di scattare una foto, registrare un video o aggiungere un contenuto già presente nella nostra galleria multimediale. Dopo di ché basta premere invio.

Stato Whatsapp

Sempre sotto controllo la privacy

Resta per una questione di privacy nella scheda stato (cliccando sui tre pallini in alto a destra) la possibilità di gestire la “privacy dello stato”; avremo la possibilità di mostrare l’aggiornamento del nostro stato a i “miei contatti”, “i miei contatti eccetto…” e “condividi con…”. Premendo invece “impostazioni” avremo la possibilità di entrare nel classico menù delle impostazioni di Whatsapp e modificare altri parametri.

Come per Instagram nello stato è possibile aggiungere più foto (ed in questo caso apparirà nella lista degli aggiornamenti di stato dei nostri contatti un pallino di colore verde ad indicarci la presenza di più foto o video), video; ma non solo è possibile anche modificarlo o eliminarlo anche successivamente alla pubblicazione.

Perché la si voleva disattivare?

Bene da quattro mesi ad oggi utilizzando l’applicazione costantemente ed è difficile trovare chi non lo fa, ho notato che molti dei miei contatti presenti in rubrica utilizzano l’aggiornamento di stato molto frequentemente come se fosse un vero e proprio aggiornamento eseguito su una piattaforma di social network e non di messaggistica. Si è vero Whatsapp fa parte sempre di un ramo dei social network ma a mio parere è giusto che rimanga una applicazione dedicata alla sola messaggistica senza l’introduzione di molte funzioni che a lungo andare ne farebbero perdere la vera identità. L’applicazione di messaggistica più utilizzata al mondo. Forse sarà stata questa una delle ragioni per cui si vociferava il famoso aggiornamento che avrebbe tolto la funzione di aggiornamento stato? a tutt’oggi resta ancora un mistero.