News e Recensioni sulla Tecnologia

Siti web vietati in Russia da oggi vietate le tecnologie di anonimato

...che consentirebbero la navigazione in anonimo.

Nuova legge per evitare l’accesso ai siti web vietati in Russia

Da oggi il presidente Vladimir Putin ha sottoscritto una legge che vieta l’utilizzo di forme di tecnologia che consentono l’accesso ai siti web vietati in Russia.

I divieti sono mirati principalmente ad evitare l’utilizzo di reti private e proxy privati che consentirebbe agli utenti di accedere ai siti web vietati. Questo lavoro sarà reso possibile grazie ai provider ivi esistenti che si occuperanno di bannare tali connessioni e vietare l’accesso.

SITI WEB VIETATI IN RUSSIA NAVIGAZIONE

Attualmente la lista dei siti web vietati in Russia è molto ampia e non solo riguarda contenuti su droghe illegali, pornografia infantile e suicidio, cosi come era stato stabilito inizialmente, ma contiene anche quei contenuti soggetti di “sospetto estremismo” (questo a partire dal 2013 con l’introduzione di un apposito emendamento mirato a contenere e a bloccare tutti i contenuti che avrebbero potuto criticare e indebolire il governo)

Per citarvi un esempio nel 2015 i russi sono stati capaci di bannare seppur per poco tempo pagine di Reddit e Wikipedia con contenuti che spiegavano l’utilizzo delle droghe.

Quindi non solo Cina, ma anche la Russia. Ricordo che all’inizio di questo mese la Cina ha dichiarato di applicare restrizioni sulle reti VPN non autorizzate. Non a caso tutte le applicazioni VPN sono state rimosse dalla versione cinese di App Store di Apple. (Google non è presente).

Fonte The Verge