Samsung Galaxy S9 e Plus: ci saranno novità o solo un semplice refresh

Galaxy S9 e S9+ sono svelati come sempre in anticipo

E se vi dicessi che ho già tra le mie mani il Galaxy S9? Nessun ci crederebbe. Beh sta a voi lettori scegliere, decidere.

Mancano 23 giorni alla presentazione ufficiale del prossimo Top di Gamma di casa Samsung. Molto è come da consuetudine è stato già svelato al pubblico, facendo decadere l’ansia da aspettativa per tutti quegli amanti della tecnologia. Nel frattempo cosa è già successo? Samsung rilascia un anticipo del Galaxy S9, il Galaxy A8 e A8 Plus che purtroppo quest’ultimo non sarà destinato al mercato d’italiano (quindi importazione e  solo assistenza).

Galaxy A8 è un device che anticipa esclusivamente sul lato posteriore quello che è o sarà a seconda di ciò che si crede il design di S9. Cosa balza subito agli occhi è la nuova posizione del lettore d’impronte digitale posizionandolo adesso quasi in una posizione naturale per le nostre dite: sotto la fotocamera.

Galaxy A8 è quasi un anteprima di Galaxy S9 anche se molti lo hanno accostato al Galaxy S8 per vie dell’8 e/o per via di una certa somiglianza del form factor estetico e del prezzo. Costa ben € 529,00 e S8 come ben sappiamo non si discosta molto se lo paragoniamo con i prezzi al ribasso del mondo ecommerce (€ 550,00) e della distruzione negli store fisici (€ 599,00/€ 649,00). Lo store ufficiale on line di Samsung è fermo come giusto che sia ad € 829,00.

Dopo questa breve parentesi torniamo ad S9.

Da un’analisi tecnica Galaxy S9 (e Galaxy S9+ o Plus) sarà spinto dal processore prodotto da Samsung Exynos 9810, processore Octa-Core realizzato con processo produttivo sempre a 10nm ma dicono di seconda generazione; all’atto pratico avremo quindi un piccolo aumento a livello prestazionale ed un ulteriore miglioramento anche se pur minore in termini di consumi energetici. La parte Display sarà sempre associata alla nomenclatura “Infinity Display” con dimensioni pari a 5.8” e 6.2” pollici in risoluzione massima Quad HD+ tecnologia Super AMOLED e rapporto 18,5:9; esclusivo a tutt’oggi di Samsung. Ma per non dilungarmi ecco un riepilogo delle probabili certe caratteristiche tecniche:

  • Display: 5.8” e 6.2” pollici Quad HD+ Super AMOLED (18,5:9)
  • CPU: Exynos 9810
  • RAM: 4GB di RAM (Galaxy S9) e 6GB di RAM (Galaxy S9+)
  • Memoria: 64GB (Galaxy S9) e 128GB (Galaxy S9+) entrambi espandibile con MicroSD
  • Fotocamera posteriore: 12MP con apertura variabile f/1.5 e f/2.4 (Galaxy S9) e Doppia cam da 12MP sempre con apertura variabile f/1.5 e f/2.4 (Galaxy S9+)
  • Fotocamera frontale: 8MP
  • Connettività: Wi-Fi dual-band, Bluetooth 5.0, GPS, NFC, USB Type-C 3.0
  • Batteria: 3.000 mAh (Galaxy S9) e 3.500 mAh (Galaxy S9+)
  • Sensoristica dedicata alla sicurezza; sblocco facciale, scansione dell’iride, lettore d’impronte
  • Certificazione: IP68
  • Sistema Operativo: Android 8.0 Oreo Samsung Experience in versione???

Ma tutto qui?

Beh effettivamente se guardiamo attentamente la scheda tecnica e semplice notare che non si discosta molto dall’attuale Galaxy S8; cosa balza all’occhio per tutti gli utenti in cerca di vere novità e la nuova fotocamera. Qui questa volta Samsung ha scelto una strategia ben diversa dagli attuali Top di Gamma. Sulla versione normale abbiamo una singola fotocamera mentre sulla versione Plus ne abbiamo due. Ma non solo: anche 2GB di Ram in più. (attualmente possiedo sia Galaxy S8 e Note8 e vi dico con tutta franchezza che i 2GB di Ram in più fanno la differenza: diffidate dal contrario).

La nuova fotocamera ha un sensore con un apertura variabile e non fissa: potrà oscillare da f/1.5 a f/2.4 andando quindi a migliorare gli scatti soprattuto in fase notturna o in condizioni di scarsa illuminazione. Questo sensore è giusto dirlo è stato già sperimentato da Samsung in un modello uscito ad inizio d’anno e non destinato al mercato Europeo (W2018). Personalmente non riesco a capire che benefici potrà portare una apertura focale variabile a differenza di una fissa. Questo è quello che mi sento di dire ad oggi.

Altra differenza lampante quindi è la differenziazione della versione + o Plus sul comparto fotocamera  e Ram.

Design

Il Design oltre al posteriore sulla parte frontale sarà davvero identico a quello attuale anche perché diciamocelo: è davvero difficile fare diversamente perché Samsung in questo 2017 si è davvero superata con i Galaxy S8 e S8+. E’ riuscita ha dettare legge nel settore e a spingere tutti gli altri competitors ad adottare soluzioni diverse come per esempio il rapporto dei display 18:9. Nessuno mai prima aveva adotto questo nuovo aspetto dello schermo. Basti pensare ad Apple con iPhone X, OnePlus con il 5T, a Huawei con Mate 10 Pro e ancora ad Honor con il 7X e View 10, Wiko, Xiaomi con Mi Mix 2 e chissà quanti altri modelli e brand che non sto citando (beh sono davvero tanti eh!).

Vi riporto il Link al Twitter (fonte dell’immagine sotto riportata) del mitico Evan Blass nonché al suo articolo.

Samsung-Galaxy S9-Evan-Blass

Intelligent Scan?

Abbiamo visto quest’anno come lo sblocco facciale introdotto sia stato tanto criticato quanto amato. Lo hanno criticato perché al lancio bastava mostrare allo smartphone una foto del soggetto per far si che si sbloccasse (aggiornato subito poco dopo via software) ma lo hanno amato (perché lo hanno introdotto tutti) e copiato (perché beh si sa come funziona). Non solo: abbiamo avuto a bordo anche la scansione dell’iride tecnica già utilizzata da Microsoft sui suoi Lumia (in cui ho tanto creduto). Quest’anno pare che Samsung abbia optato per una combinazione all’unisono dei due metodi per darci il risultato finale: uno sblocco rapido e allo stesso tempo affidabile. Quindi potremmo trovarci davanti alla scelta completa o ancora a scegliere in base alle nostre esigenze lo sblocco corretto. Beh la cosa più importante e che lo migliorano e lo rendano davvero funzionale sempre.

La scommessa per il 2018

Sarà quindi per Samsung davvero difficile a far cambiare agli utenti e possessori degli attuali Galaxy S8/S8+ il proprio smartphone. E’ chiaro che non sto considerando assolutamente gli appassionati di tecnologia di smartphone o chi semplicemente vuole mostrare in pubblico l’ultimo modello del brand. Semplicemente ragiono come un utente consapevole che a fronte di una notevole spesa preferisce restare allo stato attuale.

Già i prezzi saranno di € 899,00 per Galaxy S9 e di € 1.049,00 per la versione Plus anche se non sono stati ancora confermati. Quindi ci troveremo davanti a:

  • Utente consapevole: “Se vendo Galaxy S8 a € 450,00 dovrò sborsare in base alle leggi di mercato circa € 500,00 in più per il nuovo modello…beh è giusto che resti dove resti.”
  • Utente non consapevole: “Quando esce Galaxy S9? Vorrei già prenotarlo per averlo al Day One.”
  • Utente consapevole bis: “E’ possibile prendere il Galaxy S9 in abbonamento o ricaricabile? quanto verrebbe al mese? cosa ho nel pacchetto?”

Quindi Galaxy S9 e Galaxy S9+ o Plus saranno a mio parere un affinamento degli attuali Galaxy; un ulteriore miglioramento di quelli che sono degli ottimi smartphone con il meglio della tecnologia che c’è sul mercato e che ci resterà ancora per un bel pò. Un salto non generazionale ma un semplice aggiornamento.

Solo nei prossimi mesi con dati alla mano e analizzando il mercato vedremo se Samsung avrà bissato il successo del 2017.

Nel frattempo non resta che prendere l’aereo e andare al Mobile Word Congress per la presentazione Live. (ebbene si ci andrò anche quest’anno).