News e Recensioni sulla Tecnologia

Evento Apple: la vera novità è iPhone X. Un nuovo concetto

...mentre iPhone 8 e iPhone 8 Plus restano i classici iPhone

La vera Star non è iPhone 8 ma iPhone X

Oggi 12 settembre 2017 s è tenuto il Keynote che tutti aspettavano perchè avrebbe dato conferma (ma non era ancora sicuro) di una grossa novità in casa Apple.

L’evento è terminato e l’unica vera novità importante è lui: iPhone X Edition.

IPHONE XDi lui si parlerà molto anche nei prossimi giorni, mesi, cosi come si è gia parlato da circa due anni e soprattutto negli ultimi giorni. (Praticamente e stranamente si sapeva già tutto).

iPhone X ridisegna quello che è il concetto di smartphone oggi secondo Apple. Design completamente rinnovato con un bellissimo display OLED da 5.8 pollici di diagonale, che occupa quasi tutta la parte frontale. Nessun bordo curvo scomodo (quindi nessuna tendenza Samsung) soprattutto con una risoluzione di 2436×1125 con una densità di 458ppi.

Il prezzo iniziale certamente non è da tutti, contrariamente a quanto dichiarato nei giorni scorsi da Tim Cock, i prodotti Apple sono davvero costosi e questo ne è il perfetto esempio. Prezzo in dollari pari a $ 999,00 per il modello base da 64GB e si parla al cambio per noi in Italia a partire da circa oltre € 1.000,00.

Per la prima volta display OLED

Qualcuno dirà è davvero bello. iPhone X è un dispositivo estremamente bello è inutile negarlo; con una fascia in acciaio inox e una parte posteriore di vetro curvata in un display OLED che si estende fino alla parte anteriore del telefono. È un display più grande degli iPhone iPhone Plus da 5.5 pollici, ma un corpo molto più piccolo.

Il suo corpp è un pò più spesso e meno scivoloso di quello di iPhone 7, che tendeva a sguizzare via dalle mani.

Il display avrà di serie la la tecnologia True Tone Display, già presente su iPad che permette il cambio automatico della temperatura colore dello schermo per adattarsi alla luce presente nella stanza. Non manca anche il supporto alla tecnologia HDR10 e Dolby Vision e il 3D Touch.

Lo schermo è costruito con nuovi metodi e tecnologie che permettono al display di seguire perfettamente le curve del telefono fino agli eleganti angoli arrotondati. (Apple)

La presenza di uno schermo così esteso ha portato alla rimozione del tasto fisico home per dare vita al FaceID per lo sblocco ed a una serie di gesture dal display, come l’attivazione del multitasking tramite uno swipe, e azioni legate al nuovo tasto di accensione, ad esempio per richiamare Siri e attivare Apple Pay.

Per la prima volta Face ID per lo sblocco del telefono.

Uno spazio piccolissimo racchiude alcune fra le tecnologie più sofisticate che abbiamo mai sviluppato, a partire dagli obiettivi e sensori che rendono possibile il riconoscimento con Face ID. (Apple)

Sarà dotato inoltre di ricarica wireless che abbinata ad una dock apposita garantirà tempi di ricarica molto brevi: si parla di circa 2 ore.

Apple A11 Bionic

iPhone X è spinto dal potente processore di Apple il più potente processore mai prodotto che prende il nome di Apple A11 Bionic. Questo è composto da 6 core, di cui 4 core Mistral a basso consumo e 2 Core Monsoon ad alte prestazioni. 3GB di memoria Ram ed una GPU fino al 30% più potente delle precedenti.

Per la prima volta Apple utilizza il processo produttivo a 10nm. Altra caratteristica è il nuovo chip Neural Engine (un Dual Core) a cui è affidato il compito di calcolare 600 miliardi di operazioni al secondo al fine di esaminare i volti in maniera analitica ed essere utilizzato per diversi scopi.

iPhone sarà possibile preordinarlo sul sito ufficiale Apple a partire dal prossimo 27 ottobre. Acquistabile dal prossimo 3 novembre in tutto il mondo.

  • Stefano Disabato

    Face ID stava già su android gingerbread galaxy tab 2 ed s3?

    • All’atto pratico è uno sblocco del volto come già accade sui Lumia e adesso Samsung ma solamente nei prossimi giorni dopo aver analizzato tecnicamente iPhone X si potrà capire realmente se trattasi di una nuova tecnologia. Ovviamente è giusto sottolineare come oggi giorni tutti i produttori tendono ad enfatizzare funzionalità o caratteristiche già esistente su altri device.