Honor View 10 e Honor 7X: il borderless secondo Honor

Honor View 10 o V10

E venne anche per Honor il display senza bordi ovvero borderless ed anche con il nuovo formato 18:9 trend di questo fine 2017. Ebbene si Honor apre a questo nuovo segmento con Honor V10 per l’Europa Honor View 10. Dopo la presentazione dello stesso modello in Cina, la settimana scorsa, il marchio “giovane” di Huawei ha scelto Londra. Per la prima volta il nome non cambia seppur in poco: in Europa mettono in risalto la parola View.

«I nostri telefoni sono progettati per un pubblico giovane, ma anche per chi si sente giovane dentro», dice il Presidente di Honor George Zhao. «L’unico modo per riuscire a conquistare questo target è offrire innovazioni da fascia alta ad un prezzo abbordabile, senza troppi compromessi. È quello che vogliamo fare con la serie View, che portiamo per la prima volta sul mercato globale». 

Come da tradizione Honor anche in questo caso  è riuscita a portare sul mercato un device che ha un buon rapporto fra qualità e prezzo. Honor V 10 o View 10 ha dentro di se molte caratteristiche tecniche di Huawei Mate 10 Pro presentato circa un mese fa a Monaco per l’Europa.

Honor View 10 Posteriore
Fonte foto AndroidCentral
Il cuore di Huawei Mate 10 Pro

View 10 ha il cuore di Huawei Mate 10 Pro il Chipset Hisilicon Kirin 970, estremamente potente e con un processore neurale per il supporto alla IA. Sul lato estetico questo View 10 con il suo display FullView segue perfettamente il trend dei altri produttori cinesi ma a differenza del cugino mantiene il sensore d’impronte nella parte frontale seppur in una posizione a mio parere un po rosicata. Lui con il suo pannello da 5,99 pollici in Full HD+ è il diretto concorrente di un’altro smartphone molto rinomato e ripresentato di recente.

Il comparto fotocamera si ispira alla soluzione implementata da Huawei su Mate 10 Pro. I sensori sono due, uno 16 e l’altro da 20Mpx (uno colori e l’altro in bianco e nero). Grazie al Kirin 970 Honor View 10 implementa inoltre le stesse funzioni di ottimizzazione automatica dello scatto.

Molta enfasi anche sullo sblocco con riconoscimento facciale, implementato senza rilevamento della profondità dei contorni del viso, ma con il semplice confronto fotografico. Peccato però che sul palco, durante la prima dimostrazione della funzionalità, George Zhao deve provare più volte prima di riuscire a sbloccare il telefono (forse per colpa delle luci del palco).

I modelli di Honor View 10 disponibili a livello globale sono due, uno da 64GB e l’altro da 128GB, entrambi con una dotazione di 6GB di RAM, ma in Italia arriverà il modello più capiente, in due colorazioni: nero e blu. Il software è aggiornato alla versione 8 della EMUI, la personalizzazione di Android 8 Oreo che gira sui dispositivi di Honor e Huawei. Batteria da ben 3750mAh che promette un’ottima autonomia e che dovrà senza ombra di dubbio essere testata a fondo per capire se riuscirà ad avere la stessa autonomia del cugino.

Prezzo di commercializzazione

Il posizionamento del prezzo € 499,00  mette questo device in diretta concorrenza con OnePlus5T con uno svantaggio non da poco, però: non si potrà acquistare in Italia prima delle vacanze di Natale, ma solo a gennaio. Poi se guardiamo invece alla parentela di casa, bisognerà capire dove ci sono questi € 350,00 di differenza tra un modello è l’altro. Sarà solo marketing o per davvero qualcosa cambia? Io non saprei rispondere adesso anche perché sto ancora testando il Mate 10 Pro e poi da gennaio metterò mani su questo View 10. Link al sito ufficiale italiano.

Honor View 10 Anteriore
Fonte foto AndroidCentral

Honor 7X

Assieme al modello View 10 l’azienda cinese ha commercializzato oggi anche Honor 7X, pensato per la fascia medio-bassa del mercato. A giudicare dalle caratteristiche il dispositivo offre un buon rapporto qualità-prezzo: costa € 299,00 che con il buono sconto offerto scende ad € 249,00. Il processore è un Kirin 659, a cui si affiancano 4 GB di RAM e 64GB di memoria.

Il design ricorda quello del fortunato Honor 8, con una sostanziale differenza: il display Full View da 5,93” con rapporto di forma 18:9 borderless, una caratteristica ancora rara per i dispositivi in questa fascia di prezzo. Sul retro il dispositivo monta una doppia fotocamera (16Mpx + 2Mpx) ottimizzata per la messa a fuoco rapida e il sensore di impronte digitali. Batteria da 3340mAh che garantisce tranquillamente una giornata di autonomia in piena modalità stress!

Non benissimo il software, ancora fermo alla versione 7 di Android con personalizzazione EMUI 5.1 e soprattutto ancora la porta di ricarica micro usb! Siamo nel 2017! Bella anche la furbizia di lanciarlo ad € 299,00 e scontandolo sin da subito ad € 249,00. Riuscirà a bissare il successo di Honor 6X da me ancora posseduto e qui recensito?