Cloudflare 1.1.1.1 il nuovo DNS che promette privacy e velocità

Cloudflare 1.1.1.1

Un paio di giorni fa, Cloudflare ha lanciato in via ufficiale il proprio servizio DNS chiamato Cloudflare 1.1.1.1, promettendo per gli utenti una maggiore privacy ed una maggiore velocità di navigazione. All’atto pratico quelle differenze di velocità potrebbero in realtà non essere significative o abbastanza evidenti. (Parliamo dell’ordine di millisecondi).

La differenza dagli altri DNS

Il Domain Name System (DNS) è ciò che converte i nomi di dominio in indirizzi IP. E il modo migliore per cambiare il tuo DNS è regolare le impostazioni del tuo router. Questo fa sì che tutti i dispositivi che si uniscono alla tua rete Wi-Fi utilizzino il nuovo DNS senza dover entrare e configurare ogni dispositivo individualmente. È solo un approccio molto più semplice.

Tramite questo nuovo server DNS, Cloudflare assicura di non archiviare gli indirizzi IP dei propri utenti e di rimuovere quindi tutti i log dal proprio sistema dopo massimo 24 ore. Funzione dichiarata dalla stessa azienda unica.

Cloudflare fornisce all’indirizzo 1.0.0.1 il suo DNS secondario, nel caso in cui ci sia un tempo di inattività per quello primario. L’azienda statunitense ha anche scelto due indirizzi IPv6 che usano solo numeri, sempre per semplicità: 2606:4700:4700::1111 e 2606:4700:4700::1001. Per qualsiasi informazione su come impostare il DNS è possibile visitare questa pagina.

Il CEO di Cloudfare nonché Co-Fondatore Matthew Prince ha dichiarato:

Riteniamo che sia inquietante che i dati degli utenti vengano venduti agli inserzionisti e utilizzati per indirizzare i consumatori a loro insaputa o consenso. Non vogliamo sapere cosa fa la gente su internet – non essendo affar nostro – e per tale ragione abbiamo progettato il DNS 1.1.1.1.

Ecco gli attuali DNS più diffusi e rivali di Cloudflare 1.1.1.1

DNS pubblico di Google: Primario: 8.8.8.8 Secondario: 8.8.4.4

OpenDNS Primario: 208.67.222.222 Secondario: 208.67.220.220

Cloudflare: Primario: 1.1.1.1 Secondario: 1.0.0.1

Per chi vuole provare Cloudflare 1.1.1.1 è possibile modificare il DNS nella configurazione principale del proprio router o direttamente nel dispositivo interessato.
Primo caso:

Linksys

Accedi alla pagina di amministrazione del router Linksys, che è quasi certamente 192.168.1.1. Fai clic su “Impostazioni” dal menu in alto. Da lì, scegli “Impostazioni di base” e inserisci le nuove informazioni DNS nei campi Stato DNS 1 e 2. Salva le impostazioni e il gioco è fatto. Non dovrebbe essere necessario ripristinare il router affinché la modifica abbia effetto.

Netgear

Quando sei connesso al tuo Wi-Fi, visita http://www.routerlogin.com o http://www.routerlogin.net in un browser web. Accedi con le tue credenziali di amministratore. Fai clic su “Internet”, quindi seleziona “Usa questi server DNS” e inserisci gli indirizzi principale e secondario. Quindi fare clic su “Applica”. Fatto.

D-Link

Aprire la pagina di amministrazione del router con appassimento 192.168.1.1 o 192.168.0.1. Accedi con la tua password, quindi scegli “Impostazione manuale connessione Internet”. Compila i campi del server DNS con gli indirizzi DNS primari e secondari.

Google WiFi

Apri l’app Google WiFi, vai alla scheda Impostazioni, quindi seleziona “rete e generale”. Tocca su rete avanzata, quindi su DNS. Scegli “personalizzato”, quindi inserisci i tuoi nuovi indirizzi DNS primari e secondari.

Secondo caso:

Windows

Apri il pannello di controllo. Fare clic su Rete e Internet, quindi su Centro connessioni di rete e condivisione. Scegli “Modifica impostazioni adattatore” dall’elenco a sinistra.

Quindi, fai clic con il pulsante destro su qualsiasi rete Wi-Fi in cui ti trovi e scegli Proprietà. Selezionare Protocollo Internet versione 4 (TCP / IPv4), quindi fare clic su Proprietà.

Fai clic su “Usa i seguenti indirizzi del server DNS” e sostituisci qualsiasi cosa ci sia con il tuo nuovo DNS. Nel caso di Cloudflare, inserirai 1.1.1.1 e 1.0.0.1. Fare clic su OK, seguito da Chiudi, e il gioco è fatto.

Android

Android richiede un indirizzo IP statico per utilizzare gli indirizzi DNS personalizzati, che richiede passaggi di installazione aggiuntivi. L’approccio router è raccomandato qui.

Se lo hai già fatto, vai alle impostazioni, quindi Wi-Fi. Premi a lungo sulla tua attuale rete Wi-Fi e seleziona “Modifica rete”. Potrebbe essere necessario andare a una sezione avanzata a seconda del software del dispositivo Android. Aggiungi i tuoi nuovi indirizzi DNS primari e secondari ai campi DNS 1 e DNS 2.

iOS

Vai alle impostazioni. Scegli Wi-Fi, quindi tocca la “i” blu accanto alla rete preferita. Tocca “Configura DNS” e assicurati che sia impostato su manuale, non automatico. Quindi elimina le voci sotto i servizi DNS e scegli “Aggiungi server” per inserire il tuo nuovo risolutore DNS. Come esempio di utilizzo del DNS pubblico di Google, aggiungere due voci: 8.8.8.8 e 8.8.4.4. Salva le tue modifiche e il gioco è fatto.

Mac OS

Apri le Preferenze di Sistema. Invece di fare clic su numerosi menu, il modo più veloce per ottenere dove vuoi essere è semplicemente la ricerca di “server DNS” in alto a destra. Ti porterà nella schermata di destra, dove puoi fare clic sul simbolo + per aggiungere qualsiasi DNS che desideri provare.